Il CEO di Softbank ha venduto Bitcoin a 130 milioni di dollari di perdita dopo essersi „distratto troppo“

Masayoshi Son non sta avendo il più grande degli anni negli ultimi tempi. Il suo storico fondo di venture fund da 50 miliardi di dollari ha visto enormi perdite nel 2019, con le startup in erba WeWork e Uber che hanno visto svalutazioni di miliardi di dollari sui loro prezzi al rialzo.

Ma anche gli investimenti personali di Son non sono andati così bene. Secondo un nuovo rapporto di Business Insider, il magnate giapponese ha registrato una perdita sbalorditiva di 130 milioni di dollari sul suo investimento Bitcoin nel 2018, dopo aver acquistato, secondo quanto riferito, 200 milioni di dollari della pionieristica criptovaluta.

Il suo motivo? Spesso si lascia distrarre dalla volatilità dell’asset

La volatilità della Bitcoin non è per i deboli di stomaco. Rimane in modalità scoperta del prezzo, dodici anni dopo il lancio, ed è noto per fluttuare di diversi punti percentuali al giorno. E anche se questo è vantaggioso per i piccoli investitori che cercano la volatilità per costruire il loro portafoglio, potrebbe significare vedere un cambio di portafoglio di decine di milioni di dollari al giorno per gli investitori della vecchia scuola come Son, portando a problemi di rischio.

Non ho capito Bitcoin

Il figlio, che parlava alla conferenza del New York Times NewDealBook, ha anche aggiunto che non ha „capito“ completamente Bitcoin, nonostante abbia puntato milioni di dollari. Ha notato che all’epoca aveva parcheggiato l’1% del suo patrimonio netto su suggerimento di un amico, e passava cinque minuti al giorno a guardare i prezzi.

Il magnate ha poi detto di aver trovato l’investimento „che distrae la [sua] concentrazione sulla [sua] propria attività“, prima di stancarsi rapidamente di controllare i prezzi della Bitcoin ogni giorno. Il figlio stima di aver perso circa 50 milioni di dollari.

Tuttavia, un rapporto del Wall Street Journal suggerisce che le perdite di Son erano più vicine ai 130 milioni di dollari – circa l’intero tetto del mercato di alcuni altcoin di basso rango.

Nel frattempo, mentre Son è contento di aver finito con Bitcoin, alla conferenza ha detto che le valute digitali „non andranno via tanto presto“. L’ha notato:

„Penso che la moneta digitale sarà utile. Ma non so quale moneta digitale, quale struttura e così via“.

La Bitcoin ha visto una sorta di rinascita quest’anno ed è sulla strada per la stampa di un nuovo massimo storico. L’asset ha scambiato fino a 3.700 dollari a marzo di quest’anno, ma ha superato la cifra di 18.200 dollari questa settimana, in mezzo a una maggiore adozione e a una più forte domanda per il suo „oro digitale“.

Ha persino finito per attrarre investitori come il gestore di hedge fund Paul Tudor Jones e Micheal Saylor, CEO della società di software aziendale MicroStrategy, per le sue proprietà globali di tipo hedge.

La società di quest’ultima ha acquistato oltre 475 milioni di dollari in Bitcoin in ottobre (i profitti sono presumibilmente superiori ai 175 milioni di dollari da allora).

Il Bitcoin, attualmente al primo posto nella classifica del mercato, è cresciuto del 3,54% nelle ultime 24 ore. BTC ha un market cap di 345,74 miliardi di dollari con un volume di 37,65 miliardi di dollari nelle 24 ore.

Comments are disabled